Dissenso cinque stelle

5 risposte a “Dissenso cinque stelle

  1. L’atteggiamento degli “ortodossi” nei confronti dei dimissionari ricorda un po’ la favola della volpe e l’uva: se ne vanno ? Meglio così, tanto sono zavorra, sfaticati, dopo saremo più coesi e forti…
    Pe rnon parlare dei “dissidenti” espulsi: infiltrati, sabotatori, furbetti, profittatori, traditori. Anatemi e insulti, come si conviene ad una vera e propria setta!

  2. Degno di nota poi il commento della cittadina Taverna: “Sono felice come una jena!” Non sapevo che le jena fossero felici… A meno che si riferisca alla jena ridens. Ma il riso della jena è di felicità? Non credo. Forse la signora, più o meno consapevolmente, allude ad un ghigno di aggressività, derisione e disprezzo. In questo caso l’uva è molto, ma molto acerba…

  3. Caro Enzo, Taverna, nomen omen ?

  4. Infatti.
    Ricordo che una volta in Parlamento disse, rivolta a tutti gli altri, purchè non-grillini, e sempre con un ghigno da jena: “…perchè voi non ziete gnente, gnente, gnente!!!
    Che caruccia, che bon ton, che finezza… Ora questo giudizio si estende ai “dissidenti” , che non zono gnente, gnente, gnente!!!