Le nostre Madri della Costituzione, tanto importanti quanto dimenticate.

Luoghi di Donne, il blog di Patrizia Cordone.

Dopo il ventennio della dittatura fascista sancì il cambio di pagina della storia italiana. Il 2 giugno 1946 si svolse il referendum istituzionale, i risultati referendari sancirono la nascita della Repubblica con l’elezione di cinquecentocinquantasei deputati per l’Assemblea Costituente. Delle duecentoventisei candidate furono elette ventuno donne, le nostre Madri della Costituzione.  Si rinnovi la memoria di tutte loro, che parteciparono alla sua stesura con degli apporti fondamentali ancora oggi all’avanguardia per quanto purtroppo disattesi.

articolo di Patrizia Cordone gennaio2018©Luoghi di Donne, il blog di Patrizia Cordone. Diritti d’autore riservati. Si vieta tassativamente l’uso del “copia-ed-incolla” di tutti gli articoli riportati dal presente sito ai sensi delle disposizioni di legge a protezione dei diritti d’autore – copyright. Le infrazioni sono perseguite a rigore di legge contemplante i diritti d’autore presso l’Autorità giudiziaria territoriale competente.

In Italia il riconoscimento del suffragio femminile ha richiesto un impegno estenuante dal 1881 fino al…

View original post 1.498 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.