Archivi categoria: gatti

prenditi un gatto adulto ! giorno del gatto 2016

national (and international) CAT DAY

Suggerisco a chi è solo , magari anziano e pensionato, di prendersi come compagnia un gatto adulto, le associazioni gattare ne   hanno in gran numero, tutti vogliono i cuccioli, ma un anziano fa più fatica a tirare su un cucciolo , un gatto adulto è più facile da gestire e ha ancora molto da dare ad un padrone che lo sappia capire.

 

 

Ginpa , un bravissimo gattaro giapponese su flickr

瀬戸の島猫

Cliccando sulla foto potrete entrare nell’album di questo bravo fotografo che si occupa , da quel che si vede, soprattutto di gatti randagi o simili

click on the photo and you can see   the whole album

 

blog interessanti, she who seeks, per esempio !

 

http://shewhoseeks.blogspot.it/

sono tutta emozionata, una mia foto, un collage , su Explore, il meglio di Flickr !!!!!

2015022 the constant dream of a self respecting cat , in Explore

francamente non ci speravo molto , a quanto pare le foto vengono scelte da un algoritmo quotidiano e sono le 500 foto migliori caricate giornalmente su Flickr , onestamente ho pubblicato foto molto più belle di questa, comunque sono felicissima di questa cosa e faccio proprio i salti per la contentezza, lo so , è una soddisfazione  molto piccola, magari, ma è un po’ come vincere alla lotteria e mi fa piacere comunicare questa mia gioia  ai miei scarni affezionati  followers !!!!!

qui sotto i due album dove la foto è anche pubblicata , sempre su Flickr

236 between autumn and winter , collage
DSC_1295  Titina

il titolo della foto tradotto è :   il sogno costante di un gatto che si rispetti !

ecco qui Pico, il mio gattone dolcissimo e gigantesco, protagonista della mia foto

DSC_9230 surprised and or suspectful , depends on the ear position !

 

 

Simon’s cat , per gli amanti dei gatti che vogliono ridere !

DSC_7165      proverb  by   profmarilena

http://www.simonscat.com/Films/

Da una  web amica che incontro su Flickr ho avuto il link a questi filmati che non conoscevo , una vera goduria per gattofili !!!!!!!!

 

ricordo di un gatto randagio bianco morto

randagio bianco sul tetto, viene, mangia e scappa

my always present well fed stray cat

Lui è arrivato qualche anno fa , selvatico e impaurito , non era magrissimo e pensai che avesse un padrone, uno di quelli che dicono che i gatti campano mangiando topi e magari ogni tanto gli danno gli avanzi, se capita. Non scendeva mai in giardino, perché i miei gatti lo cacciavano nonostante ne avessero paura , così imparò a miagolare forte dal tetto del mio magazzino e io incominciai a dargli da mangiare sul tetto , con una scaletta a quattro scalini , che alla fine ho lasciato lì fissa , per paura di cadere cambiandone la posizione ogni volta. Ogni volta che veniva urlava forte finchè non gli davo qualcosa e scappava se qualcuno dei miei gatti saliva sul tetto a minacciarlo.

Ogni tanto spariva per qualche giorno, anche per un paio di settimane e io pensavo che fosse morto, come tanti dei miei gatti che sono spariti in questi anni , mai più tornati né trovati morti in nessun posto visibile. Così quando lo rivedevo sul tetto, sporco e malconcio, gli davo subito da mangiare , ma lui non voleva essere toccato. Dopo anni sono riuscita una volta a pulirgli un po’ il pelo , ma la coda mai , scappava o cercava di artigliarmi, comunque era sempre lì a urlare sul tetto, ultimamente anche due volte al giorno e se non c’ero aspettava paziente sotto il sole o sotto la pioggia, riparato solo dai miei oleandri più alti.  Poi è sceso, pochi mesi fa , improvvisamente, con cautela e mostrandosi rispettoso delle minacce dei miei gatti, che alla fine hanno fatto finta che non ci fosse , ma lui urlava sempre per chiedere cibo, come prima. Ultimamente era sempre steso a dormire in giardino o sul suo tavolino preferito e comunque mangiava sempre , poi nell’ultima settimana mangiava poco e l’ho visto un po’ dimagrito, come tutti i miei gatti del resto , col caldo. Poi questa eterna pioggia da cent’anni di solitudine che ha reso luglio ed i primi di agosto più simili ad un settembre noioso e fradicio , lui stava sempre sotto la pioggia e così pareva del tutto bianco, tranne ovviamente la coda, che stavo tentando di pulirgli un po’ per volta , quando lo prendevo di sorpresa con la spazzolina di ferro mentre mangiava…. smettevo se cercava di graffiarmi , poi mi ha investita un bastardo davanti a casa e per cinque giorni sono stata in ospedale, affidando i gatti ad un paio di persone che mettessero giù del cibo e tornata a casa non l’ho visto per qualche giorno, poi è tornato e stava giù con gli altri gatti, che ormai lo avevano grossomodo accolto, a modo loro.

L’ho trovato ieri morto sotto la mia macchina, suo rifugio , che non veniva spostata da due giorni. Morto di morte naturale, era vecchio.

Ho pensato che non gli avevo nemmeno dato un nome, era lui che cercava me , un nome non era necessario per chiamarlo. Se aveva fame urlava e tanto bastava. Un solitario , era anche bello , quando era tutto bianco.

Link

Ferdinand Van Kessel,1647-1696, gatti , scimmie e altri animali

AnticStore-Large-Ref-21647_01
NT; (c) Erddig; Supplied by The Public Catalogue Foundation

http://polarbearstale.blogspot.it/2010/09/ferdinand-van-kessel-1648-1696.html