Archivi categoria: Uncategorized

l’uomo e l’universo

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=134683748051239&set=a.113865943466353&type=3&eid=ARAg1wSoBAppraOzF8tUqAORXAM3LI-0DiClcOcLen77CIvJ0KlZCqiJqhqwlWKLw9kOtPHcpbXBJQQS

parco Increa il 20 febbraio , il titolo della mia foto è

l’uomo e l’universo

“Come scrive il naturalista David Quammen (“Spillover” Adelphi 2017) “là dove si abbattono gli alberi e si uccide la fauna, i germi del posto si trovano a volare in giro come polvere che si alza dalle macerie…i virus si adattano bene e velocemente alle nuove condizioni create dall’uomo”. Le cosiddette malattie emergenti – come Ebola, AIDS, SARS, influenza aviaria, influenza suina e oggi il coronavirus – non sono catastrofi naturali e accadimenti del tutto casuali, sono spesso la conseguenza del nostro intervento maldestro di distruzione degli ecosistemi.”Isabella Pratesi

ecco , incominciamo a pensare in questo modo invece di panicheggiare , no, non siamo il centro dell’universo e dobbiamo prenderci cura del pianeta se vogliamo salvarci dalle pestilenze che lo affliggono

chi vota la lega ?

El ga el suv , chi sono gli elettori della lega ? la cultura dei soldi

credo che ci sia una differenza qualitativa tra gli elettori della lega , ci sono gli incolti, gli ignoranti, quelli che votano contro i propri interessi e credo che siano la maggioranza , campagnoli , provinciali, bigotti, afflitti da chiusure mentali ataviche, irretiti da campagne di propaganda martellanti e ripetitive che non gli permettono di capire che votano per gli interessi dei benestanti e per il privato, perdendo i diritti acquisiti al welfare e al pubblico , in questo numero temo ci siano anche moltissimi meridionali , soprattutto quelli che sono emigrati al nord , al mio paese moltissimi sono leghisti , cosa che francamente ho fatto e faccio fatica a comprendere , poi c’è il reale elettorato rappresentato dalla lega, cioè i ricchi provincialotti , quelli del suv gigante , i benestanti paurosi della piccola borghesia delle province italiote , gli evasori, gli approfittatori di ogni genere che io chiamo italioti first , gli imprenditori senza scrupoli, gli agricoltori che se ne fregano delle leggi europee, insomma tutti quelli che non vogliono alcun controllo dello stato e dell’Europa sui propri comodacci personali , gente con una mentalità chiusa e ottusa che si lascia comandare facilmente , gente che difende un sistema di vita farlocco in cui fregare qualcuno , essere invidiosi del vicino ed essere cattolichini senza morale è una sana norma di vita , facendo finta di avere alti ideali che si possono riassumere nel contenuto delle proprie tasche.

i commentatori cretini

ho tolto la possibilità di commentare i miei post , tanto i commenti  sono pochissimi e non ho neppure  tempo per seguirli , poi sono seguita da alcuni che proprio non mi interessano, quindi quantomeno evito di leggere le loro baggianate !

Carola ,vincono il coraggio e la virtù contro il vizio

commovente eroismo di una donna tedesca coraggiosa e moralmente virtuosa contro un mascalzone italiota .

REPUBBLICA.IT
Carola Rackete ha invocato “lo stato di necessità” ma viene portata via dai finanzieri con l’accusa di resistenza o violenza contro nave

l’ignoranza non è una virtù

permettetemi di essere il più chiaro possibile : in politica e nella vita l’ignoranza non è una virtù ( B.Obama )

Le nostre Madri della Costituzione, tanto importanti quanto dimenticate.

Luoghi di Donne, il blog di Patrizia Cordone.

Dopo il ventennio della dittatura fascista sancì il cambio di pagina della storia italiana. Il 2 giugno 1946 si svolse il referendum istituzionale, i risultati referendari sancirono la nascita della Repubblica con l’elezione di cinquecentocinquantasei deputati per l’Assemblea Costituente. Delle duecentoventisei candidate furono elette ventuno donne, le nostre Madri della Costituzione.  Si rinnovi la memoria di tutte loro, che parteciparono alla sua stesura con degli apporti fondamentali ancora oggi all’avanguardia per quanto purtroppo disattesi.

articolo di Patrizia Cordone gennaio2018©Luoghi di Donne, il blog di Patrizia Cordone. Diritti d’autore riservati. Si vieta tassativamente l’uso del “copia-ed-incolla” di tutti gli articoli riportati dal presente sito ai sensi delle disposizioni di legge a protezione dei diritti d’autore – copyright. Le infrazioni sono perseguite a rigore di legge contemplante i diritti d’autore presso l’Autorità giudiziaria territoriale competente.

In Italia il riconoscimento del suffragio femminile ha richiesto un impegno estenuante dal 1881 fino al…

View original post 1.498 altre parole

cibo e politica

La grande bouffe: poster

io detesto le foto e le immagini strabordanti di cucina e cibo , non lo so nemmeno io il perchè, ma le trovo di una volgarità incredibile , mi danno la nausea , poi non ne posso più delle migliaia di ore televisive e sul web dedicate alla cucina e non ad altre visioni culturali , la cucina serve solo a riempire la pancia e la cultura che ne viene fuori passa dall’intestino , non dal cervello , quindi forse , ragionandoci sopra , ora capisco perchè stiamo affogando in tonnellate di immagini di cibo , concorsi e gare varie che riguardano cibo e cuochi vari , siamo stimolati a ragionare con la pancia e non con il cervello, siamo in un’epoca in cui la pancia sostituisce il cervello e la razionalità , un’epoca tribale , egoista e ignorante e siamo facilmente ammaestrabili dai furbastri della politica che stimolano la nostra pancia , le nostre emozioni più primitive , l’odio , la paura , l’assenso cieco a leader senza scrupoli , insomma, credo che se incominciassimo a guardare meno il cibo e la cucina forse potremmo anche guardare il cielo e la natura e l’arte e gli altri , soprattutto.